Blog

I denti nella nostra bocca: tutto quello che c'è da sapere

Perché i denti vengono numerati?

I denti nella nostra bocca

I denti presenti nella nostra bocca possono essere distinti in classi: ogni classe di denti è identificata da un numero che rappresenta la formula dentale di una emiarcata.

In particolare, per la dentatura decidua, che è quella dei bambini destinata a cadere, ogni emiarcata comprende 2 molari, 1 canino e 2 incisivi; per la dentatura permanente, invece, ai 2 incisivi e al canino si aggiungono 2 premolari, mentre i molari passano da 2 a 3.

A partire dalla linea centrale, quindi, ci sono due incisivi, il canino, il primo premolare, il secondo premolare, il primo molare, il secondo molare e il terzo molare.

Tra le varie classi si può riscontrare una certa differenza morfologica, ma anche tra i denti della stessa classe ci possono essere notevoli differenze: questo è il motivo per il quale i denti vengono numerati, in modo tale da poter essere identificati.

Come viene stabilita la numerazione?

La numerazione dei denti si basa su una rappresentazione grafica, attraverso la quale il quadrante di riferimento viene indicato con il numero del dente preso in considerazione.

Una soluzione alternativa, invece, è quella che prevede di segnalare i quadranti superiori con il segno positivo e quelli inferiori con il segno negativo; inoltre, si specifica se il quadrante è il sinistro o il destro in base alla posizione del segno.

Per esempio, l'incisivo centrale sinistro inferiore è contrassegnato come -1, mentre l'incisivo centrale destro inferiore è contrassegnato come 1-. Nel caso dei denti decidui, non si fa riferimento ai numeri, ma vengono impiegate le lettere dell'alfabeto.

Il sistema a doppia cifra per identificare i denti

Esiste, in realtà, un terzo sistema che consente di identificare i denti: esso è denominato a doppia cifra, perché indica i quadranti attraverso i numeri: ad iniziare dal quadrante superiore di destra si procede in senso orario, e quindi si avrà il numero 1 per il quadrante superiore di destra, il numero 2 per il quadrante superiore di sinistra, il numero 3 per il quadrante inferiore di sinistra e il numero 4 per il quadrante inferiore di destra.

Così, per indicare - ad esempio - l'incisivo centrale superiore di destra si scrive 1.1.

La numerazione è la stessa per i denti decidui, ma si va dal 5 all'8.


Dr. Sergio FORMENTELLI
Via G. B. Cottolengo, 14 - 12084 Mondovì (CN) → PI 02796300040
declino responsabilità | privacy | cookie policy
studio@formentelli.it

Iscrizione all'Albo dei Medici Chirurghi della Provincia di Cuneo - Iscrizione all'Albo degli Odontoiatri della provincia di Cuneo N. 5

Tutte le informazioni pubblicate nel presente sito web sono diramate nel pieno rispetto delle linee guida del Codice di Deontologia Medica sulla "Pubblicità dell'informazione sanitaria" del 06/04/2007.
AVVISO: Le informazioni contenute in questo sito non devono essere intese come sostitutive del parere clinico del medico, pertanto non vanno utilizzate
come strumento di autodiagnosi o di automedicazione. I consigli forniti via e-mail vanno intesi come meri suggerimenti di comportamento.
La visita medica tradizionale rappresenta il solo strumento diagnostico per un efficace trattamento terapeutico.



© 2015. «powered by Dentisti Italia». E' severamente vietata la riproduzione, anche parziale, delle pagine e dei contenuti di questo sito.